5 Gen 2019

L’avversario di Brescia: Virtus Segafredo Bologna

In media classifica stat Virtus. Il brocardo latino identifica l’attuale situazione delle V Nere, decime in campionato con 6 vittorie a fronte di 7 sconfitte. Una posizione che mantiene la squadra di Sacripanti ancora in corsa per la qualificazione alla prossima Final Eight che, ad inizio stagione, rappresentava un imprescindibile obiettivo di medio termine all’ombra delle due torri.

LA SQUADRA – Presentando la Virtus Segafredo Bologna è impossibile sottacere la moltitudine di infortuni occorsi alla squadra felsinea da inizio stagione, visto che l’ultima partita giocata dalle V Nere con il roster al completo è stata in occasione della seconda giornata di campionato (sconfitta al PalaDozza contro l’Olimpia Milano). Sacripanti dovrebbe però ritrovare la squadra al completo per il primo impegno del 2019 contro Brescia, considerati gli imminenti recuperi di Kelvin Martin, Pietro Aradori e Brian Qvale.

Anche a causa di un’infermeria sovraffollata che non ha permesso al suo coach di lavorare a ranghi completi, la Virtus ha stentato a decollare in campionato, non riuscendo a replicare l’ottimo cammino fino a qui condotto nella Basketball Champions League (primo posto del girone con 7-2 di record), e adesso si trova a dover inseguire gli obiettivi prefissati per non disattendere le aspettative di inizio stagione di una piazza da sempre notoriamente esigente.

IL ROSTER – Tre sono i giocatori sui quali finora coach Sacripanti ha potuto contare per il quintetto in tutte le 13 partite di campionato disputate. Kevin Punter, miglior realizzatore delle V Nere con 16.3 punti per gara, forma insieme a Tony Taylor una coppia di esterni difficile da disinnescare, specialmente quando sono in serata. Amath M’Baye è la terza costante dello starting five bolognese, anche se il giocatore francese è lontano dalle cifre mostrate nella sua prima stagione italiana a Brindisi (9.6 punti a gara quest’anno, 17.8 nella stagione 2016-2017) ma con molti meno minuti e tiri a sua disposizione (27.8 minuti con 8.8 tiri a partita contro i 13.1 in quasi 33′ in Puglia).

Al netto degli infortuni, gli altri due componenti del quintetto sono Pietro Aradori, bresciano doc ma mai profeta in patria, e Brian Qvale che nell’ultima partita disputata a Trento è stato sostituito da Dejan Kravic, centro serbocanadese di riserva. Aspettando il rientro di Kelvin Martin dall’infortunio, Sacripanti ha comunque dovuto attingere pesantemente dalla panchina nell’ultimo mese e mezzo trovando certezze da Filippo Baldi Rossi e David Cournooh, giocatori esperti e navigati della categoria, ma anche minuti importanti dai giovani Alessandro Pajola, ormai entrato a pieno ritmo nelle rotazioni della Virtus con 12′ di media a gara, Alessandro Cappelletti e Matteo Berti. Il tutto in attesa dell’arrivo di Yanick Moreira, centro angolano di 211 cm appena liberato dal Paok Salonicco, che sarà il nuovo rinforzo sotto le plance del roster bianconero.

SOTTO LA LENTE – L’impatto di Kevin Punter con la Serie A è stato notevole: 29 punti all’esordio all’Allianz Dome di Trieste con il 100% dal campo, una prestazione che ha fatto strofinare le mani a parecchi tifosi virtussini. In totale sono 5 le partite nelle quali la guardia del Bronx ha superato i 20 punti messi a referto. Punter viaggia attualmente a 16.3 punti per gara, ma nelle ultime 5 sfide di campionato la media si è alzata a 20. Segno che, anche nelle difficoltà dovute alle assenze e a un gioco corale di squadra che ancora latita, il numero 0 non fa mai mancare il proprio apporto offensivo.

In particolare, Kevin Punter eccelle nello sfruttare il blocco del compagno in palleggio. I 6.5 punti a gara con il 66% di percentuale effettiva (cioè contando il maggior valore del tiro da tre punti) lo rendono il secondo miglior realizzatore da ball screen in Serie A dopo Mike James dell’Olimpia Milano. Cifre che, insieme a quelle di Tony Taylor e Pietro Aradori, rendono la Segafredo la squadra che segna di più quando gli esterni sfruttano il blocco del compagno per liberarsi al tiro (17.6 punti in 18.2 possessi a gara).

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive