1 Feb 2019

Brescia attende Trieste: “Una sfida per capire se la strada intrapresa è quella giusta”

“Ci proiettiamo alla gara con Trieste con la voglia di continuare a seguire la strada intrapresa, che ci ha portato a vincere ma, soprattutto, ci ha dato certezze sul nostro sistema di gioco”. Questo il messaggio lanciato dalla Germani Basket Brescia in vista della gara della 18/ma giornata del campionato di Serie A, che vedrà il quintetto biancoblu impegnato contro l’Alma Trieste, formazione con cui attualmente condivide il nono posto in classifica.

La sfida del PalaLeonessa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa, alla quale hanno partecipato il Presidente Graziella Bragaglio, il Patron Matteo Bonetti, il coach Andrea Diana e il playmaker Tommaso Laquintana. La conferenza, inoltre, è stata l’occasione anche per presentare le attività del Poliambulatorio Oberdan e di X-Ray Service, che domenica prossima ricopriranno il ruolo di Match Sponsor.

“Con Trieste ci aspetta un’altra bella partita – spiega coach Andrea Diana -. L’Alma è una squadra che ha ben impressionato nella prima parte del campionato, lottando fino alla fine per conquistare un posto nella Final Eight. Domenica sarà un’altra battaglia, che va affrontata con attenzione e determinazione”.

“Trieste sarà una squadra diversa rispetto all’andata – prosegue il coach toscano -. Ha aggiunto al proprio roster un giocatore di grande esperienza come Zoran Dragic, che sembra aver recuperato al meglio dall’infortunio. La fase offensiva, il ritmo di gioco e l’intercambiabilità dei giocatori sono i punti di forza di una squadra che ha un roster molto lungo e che ruota 10 giocatori, a volte 12. L’Alma, inoltre, ha il quarto attacco del campionato, ma quello che colpisce molto è la differenza dei punti realizzati nelle vittorie (95) e quando perdono (77)”.

“Noi arriviamo da 3 vittorie consecutive – conclude Diana -, viviamo un periodo di grande fiducia. Lavoriamo in palestra con ottima qualità, si respira un’atmosfera di grande fiducia. Ci proiettiamo alla gara di domenica con grande voglia di fare bene e di continuare a seguire la strada intrapresa, che ci ha portato a vincere ma, soprattutto, ci sta dando certezze sul nostro sistema di gioco. Domenica ci sarà il rientro di Jordan Hamilton dopo il turno di squalifica: per il momento arriviamo alla partita con il roster al completo”.

“Per battere Trieste dobbiamo mettere in campo il piano partita preparato dai nostri coach – spiega Tommaso Laquintana, playmaker della Germani Basket Brescia -. Dobbiamo fare molta attenzione al loro attacco, che è il loro punto di forza, e per vincere dobbiamo necessariamente partire dalla difesa. Dovremo essere affamati e continuare sulla strada che abbiamo intrapreso da un mese a questa parte. I loro playmaker sono ottimi giocatori, con parecchi punti nelle mani: Luca Vitali e io dobbiamo essere molto concentrati in difesa, stare sul pezzo per 40’ e cercare di limitarli il più possibile”.

“La mia esperienza a Brescia? Mi sto trovando benissimo – conclude Laquintana -: Brescia è una città bellissima, in una posizione geografica fantastica. E poi lavoro per una società seria, che permette a noi giocatori di avere a disposizione tutto quello di cui abbiamo bisogno per rendere al meglio. Il giocatore migliore con cui ho giocato in carriera? Jared Cunningham… è veramente forte! Sto legando molto con lui, anche fuori dal campo”.

La conferenza stampa è stata l’occasione per presentare anche le due aziende che domenica ricopriranno il ruolo di Match Sponsor: Poliambulatorio Oberdan e X-Ray Service. “Si tratta di due strutture sanitarie, una nata nel 2001 e l’altra nel 2008 – spiega Graziella Bragaglio -. Il Poliambulatorio Oberdan si occupa di riabilitazione e fisioterapia integrata ed è di supporto a X-Ray, che invece svolge la parte diagnostica. Sono due strutture che assistono la squadra nel momento del bisogno, sotto l’aspetto della diagnosi e del recupero da eventuali traumi”.

“L’attività di primo soccorso viene fatta all’interno della struttura che fa capo a Basket Brescia Leonessa – prosegue Graziella Bragaglio -, nella quale sono presenti i fisioterapisti che possono assistere i giocatori nella quotidianità. Avere due strutture sanitarie di questo livello a disposizione, comunque, è un valore aggiunto, specie in fase di diagnosi. Abbiamo un’équipe importante, guidata dal Medico dello Sport Marco Moretti e dal Medico Ortopedico Piefrancesco Bettinsoli, nel quale lavora uno staff di fisioterapisti di grande valore”.

“La nostra filosofia è quella di effettuare rapidamente la diagnosi e arrivare a un percorso terapeutico che porti alla guarigione dell’atleta nel più breve tempo possibile – spiega Matteo Bonetti, direttore sanitario di entrambe le strutture -. Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti, specialmente nell’ultimo periodo. Nelle ultime settimane, infatti, abbiamo avuto a che fare con infortuni seri come quelli di Luca Vitali e Jared Cunningham, che hanno potuto recuperare velocemente dai loro infortuni e giocare la partita di Reggio Emilia, nella quale sono anche risultati decisivi”.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive