29 Ago 2020

Germani, la rimonta è servita: Brescia inizia la Supercoppa con il piede giusto

Cercavate una risposta sul talento e sul carattere della Germani Brescia? Eccovi serviti: dal -14 dell’intervallo lungo al +1 che sancisce la prima vittoria stagionale all’esordio della Supercoppa italiana, il passo è lungo quanto la voglia della squadra di fare bene, nonostante le tante assenze da mettere in conto.

È una grande rimonta, dunque, a dare indicazioni preziose a coach Esposito in vista del futuro, che nell’immediato sarà ancora caratterizzato dalla stessa incertezza numerica vista al PalaBanco. Ma se il carattere di Brescia è quello della… vera Leonessa, allora l’allenatore casertano e tutti i tifosi biancoblu possono dormire sonni davvero tranquilli.

Il più continuo in casa Germani è senza dubbio Christian Burns (16 punti e 11 rimbalzi), al quale l’aria del PalaBanco fa sempre bene. Ottime le risposte di Crawford (12 punti) e Kalinoski (8, di cui 6 nelle battute finali), un po’ anonimi nei primi 20′ ma assolutamente torridi nel finale. Bene anche Bortolani, le cui giocate di energia hanno dato il via alla rimonta del secondo tempo, che sancisce un’autentica vittoria di squadra, oggi più che mai marchio distintivo di Esposito e delle sue squadre.

ACQUA S.BERNARDO CANTÙ – GERMANI BRESCIA 75-76 (14-15, 46-32, 57-52)
Acqua S.Bernardo Cantù: Thomas, Smith 9 (1/3, 1/4), Kennedy 12 (5/7, 0/1), Woodard 11 (2/6, 1/6), Procida 7 (0/1, 2/4), Leunen 5 (1/4 da tre), La Torre, Lanzi ne, Bayehe 4 (2/3), Johnson 9 (2/3, 1/6), Pecchia 18 (4/7, 1/3), Caglio ne. All: Pancotto
Germani Brescia: Vitali (1/2, 1/1), Parrillo 6 (0/1, 2/3), Chery 11 (3/7, 1/6), Bortolani 8 (3/7, 0/2), Crawford 12 (2/6, 2/4), Burns 16 (5/7, 0/1), Kalinoski 8 (1/3, 2/7), Moss ne, Sacchetti 7 (0/2, 1/2), Ancellotti 8 (4/5). All: Esposito
Arbitri: Paternicò, Boninsegna e Nicolini
Note: Tiri da 2: Cantù 16/31 (52%), Brescia 18/41 (44%) | Tiri da 3: Cantù 7/28 (25%), Brescia 8/27 (30%) | Tiri liberi: Cantù 22/27 (81%), Brescia 16/22 (73%) | Rimbalzi: Cantù 33 (24 RD, 9 RO), Brescia 48 (29 RD, 19 RO)

LA RIMONTA È SERVITA 🔘 Una grande Germani ribalta la partita e conquista il successo finale, certificato dalla tripla di Kalinoski a pochi secondi dalla sirena. Il punteggio finale al PalaBanco di Desio è 75-76.

MOMENTI DECISIVI 🔘 Si avvicina il 40′ e ogni possesso si fa sempre più prezioso. Con 3′ da giocare, la certezza è una sola: la gara del PalaBanco si deciderà in volata. Acqua S.Bernardo avanti di una lunghezza (69-68), sul parquet di Desio è apparecchiato un finale tutto da gustare.

AVANTI COSÌ 🔘 Le cinque lunghezze da recuperare alla fine del terzo quarto testimoniano che la partita è ancora tutta da giocare. A Brescia serviranno testa e gambe: la prima per continuare a eseguire i giochi impartiti dallo staff tecnico, le altre per tenere alti i giri della partita, senza dare a Cantù la possibilità di uscire dall’apnea con cui sembra avere a che fare in questa fase della gara.

LA GERMANI È VIVA 🔘 Diversamente non si spiegherebbe il tentativo degli ospiti di tornare in partita. Dal -14 al -6, poi nuovamente -5 (53-48) con oltre 4′ da disputare nel terzo quarto. E se fosse Cantù a risentire della fatica della partita disputata al Forum giovedì scorso?

ACCORGIMENTI ED ENERGIA 🔘 Guai a dimenticare che siamo al 29 agosto e che la benzina nel serbatoio della squadra non può essere al massimo. Nonostante questo, la Germani può mettere in campo degli accorgimenti per provare a cambiare l’inerzia della gara. A Brescia, inoltre, serve che Kalinoski e Crawford entrino in partita: la squadra ha bisogno dei punti dei suoi esterni più preziosi. Senza tre pedine fondamentali del proprio roster e con una preparazione così limitata, riuscirà la Germani a trovare l’energia per ribaltare la gara?

GARA DI RINCORSA 🔘 L’Acqua S.Bernardo Cantù è avanti saldamente (46-32) al termine dei primi 20′ di gioco, con un parziale di 11-1 negli ultimi minuti del quarto. Ai ragazzi (9 punti per Burns, 8 per Chery) servirà un secondo tempo di energia per provare a riportare il match in equilibrio

OCCHIO AL 10 🔘 Una certezza nel gioco dell’Acqua S.Bernardo è che se si accende Leunen, si accende tutta la squadra. Si spiega così il primo deciso allungo della gara, con il quintetto di Pancotto sul +8 (30-22) a metà del secondo quarto di gioco. Mettere pressione sull’ala statunitense è un must per il quintetto di Esposito, penalizzato però numericamente dal numero di lunghi a propria disposizione.

I BINARI DELL’EQUILIBRIO 🔘 La reazione dei padroni di casa riporta il match in equilibrio pressoché perfetto, anche se Brescia è brava a mantenere un punto di vantaggio al termine dei primi 10′ di gioco (14-15). Brillante la prova di Christian Burns: uscito dalla panchina, lo statunitense di passaporto italiano chiude il primo quarto con 6 punti e 3 rimbalzi, dando sostanza al gioco sotto le plance della Germani, la parte più penalizzata dalle assenze di giornata.

UN INIZIO CONVINCENTE 🔘 Il primo time out della gara lo chiama coach Esposito, che non può che essere soddisfatto dell’approccio dei suoi. Non tanto per il punteggio (7-3 a favore della Germani), ma sicuramente per l’atteggiamento dei suoi, che stanno cercando di mettere sul parquet i dettami del proprio allenatore. I due falli di Crawford potrebbero essere un problema, la tripla di Parrillo è la dimostrazione che anche dalla panchina i giocatori in maglia blu sono assolutamente sul pezzo.

STARTING FIVE 🔘 11, 24, 22, 41 e 45: sono questi i numeri di maglia dei giocatori che compongono il primo STARTING FIVE della stagione! Chery, Kalinoski, Crawford, Sacchetti e Ancellotti: ecco i cinque giocatori scelti da coach Vincenzo Esposito per iniziare il match contro la Pallacanestro Cantù. Per l’Acqua S.Bernardo i primi a scendere sul parquet saranno Jaaziel Johnson, James Woodard, Gabriele Procida, Maarty Leunen e Sha’markus Kennedy.

Bortolani sì, Moss no: è questo il responso che arriva dall’infermeria della Germani. Un conto necessario per capire su quali pedine potrà contare coach Esposito durante la partita. Lo staff tecnico ha deciso di non forzare i tempi di recupero del capitano, alle prese con un fastidio muscolare. Da capire, invece, quale sarà il possibile utilizzo della guardia azzurra, che Esposito conta di poter utilizzare per qualche minuto nel corso della gara.

PREVIEW 🔘 179 giorni dopo, la Germani Brescia torna in campo in un impegno ufficiale. L’occasione è la prima gara del girone di qualificazione della Eurosport Supercoppa 2020, l’evento organizzato per celebrare i 50 anni della Lega Basket e al quale partecipano tutte le 16 squadre che disputeranno il prossimo campionato di Serie A.

Inserito nel Girone A, il quintetto guidato da Vincenzo Esposito dovrà affrontare una serie di derby lombardi, a cominciare da quello con l’Acqua S.Bernardo Cantù, avversario di giornata. Al PalaBanco di Desio scenderà in campo una Germani assolutamente sperimentale, con rotazioni limitate e alcuni giocatori tutt’altro che al meglio delle proprie condizioni. Il ballo, però, sta per iniziare e Brescia ha intenzione di non sottrarsi al proprio compito, quello di dare il meglio di sé e proseguire nella preparazione degli altri impegni ufficiali, quello di campionato ed EuroCup, che prenderanno il via a fine settembre.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive