10 Set 2020

La Germani cala il tris di successi, con Cantù la zampata vincente arriva nel finale

Terzo successo in Supercoppa per la Germani Brescia, che supera l’Acqua S.Bernardo Cantù al termine di una gara profondamente equilibrata per tre quarti, ma con un finale che premia gli sforzi del quintetto di Esposito. Come fanno le grandi squadre, Brescia è stata capace di assestare il colpo giusto al momento giusto, quando per gli avversari è stato impossibile provare a replicare.

Sono i minuti finali, dunque, a premiare la formazione di casa, che in ogni caso è stata capace di lottare ad armi pari con un avversario sicuramente in palla, che però chiude la propria Supercoppa con un solo successo all’attivo. Sono stati i colpi di Chery (29 punti), Crawford (15) e Burns (12) a tenere in partita la Germani prima e a darle il la per il successo finale poi. Senza dimenticare i 9 punti di un Brian Sacchetti decisamente chirurgico, capace di piazzare le sue tre triple nei momenti più nevralgici del match.

Domenica prossima Brescia concluderà il proprio cammino in Supercoppa affrontando in trasferta l’OJM Varese. Un’altra opportunità per mostrare un ulteriore step di crescita, simile a quelli messi in mostra finora. Gli appuntamenti più importanti si avvicinano a grandi passi e Brescia ha una grande voglia di farsi trovare preparata alle partite che conteranno per davvero.

GERMANI BRESCIA-ACQUA S.BERNARDO CANTÙ 88-78 (19-17, 40-42, 66-64)
Germani Brescia: Bertini, Vitali 8 (4/7, 0/2), Parrillo 3 (0/1, 1/1), Chery 20 (6/8, 2/4), Bortolani 3 (0/2, 1/1), Magro 3, Crawford 15 (4/6, 2/3), Burns 12 (4/7, 1/1), Kalinoski 9 (4/7, 0/4), Moss 4 (1/2 0/3), Sacchetti 9 (3/4 da tre), Ancellotti 2 (1/3, 0/1). All: Esposito
Acqua S.Bernardo Cantù: Thomas 13 (6/8, 0/1), Smith 7 (3/4, 0/5), Kennedy 9 (3/6, 0/1), Woodard 9 (2/4, 1/5), Procida 3 (1/3 da tre), Leunen 8 (1/2, 2/4), La Torre 5 (1/2 da tre), Lanzi ne, Johnson 16 (2/4, 3/6), Bayehe 4 (1/4), Pecchia 4 (2/2), Caglio ne. All: Pancotto
Arbitri: Lanzarini, Bongiorni e Dori
Note: Tiri da 2: Brescia 24/43 (56%), Cantù 20/34 (59%) | Tiri da 3: Brescia 10/24 (42%), Cantù 8/27 (30%) | Tiri liberi: Brescia 10/12 (83%), Cantù 14/19 (74%) | Rimbalzi: Brescia 35 (25 RD, 10 RO), Cantù 34 (24 RD, 10 RO)

La vittoria è di Brescia! La Germani spinge sull’acceleratore al momento giusto e non dà all’Acqua S.Bernardo il diritto di replica. Matura così la terza vittoria nel girone della Supercoppa, con la sensazione che la squadra con il passare del tempo abbia fatto sempre di più la cosa giusta.

Il termine della gara si avvicina inesorabilmente e con esso la convinzione che la Germani possa aver messo le mani sul match in maniera definitiva. La squadra di casa, infatti, flirta con la doppia cifra di vantaggio, impedendo agli avversari di ritrovare il bandolo della matassa. Con 90″ mal contati da giocare, il vantaggio di Brescia è di 11 lunghezze (86-75).

La Germani prova ad assestare una decisa spallata al match, alzando i giri del motore in difesa e recuperando palloni con una frequenza decisamente superiore rispetto a quanto si è visto finora. Se poi questi palloni finiscono nelle mani di un folletto come Chery, autore di 20′ a metà dell’ultimo periodo, ecco spiegato il vantaggio di 7 lunghezze (74-67) acquisito dai padroni di casa, che costringono il coach ospite a chiamare time out precipitosamente.

Leggero vantaggio per la Germani al termine di un terzo quarto caratterizzato da sorpassi e controsorpassi, all’insegna di un equilibrio pressoché perfetto. Da qui alla fine della partita il compito dei giocatori biancoblu sarà quello di mettere in partita tutti gli effettivi del proprio roster: ancora una volta, infatti, solo uno sforzo collettivo in attacco e in difesa potrà permettere alla squadra di conquistare la posta in palio.

Perfetto equilibrio anche nel terzo quarto di gioco, con le due squadre che si sorpassano a ripetizione, cercando di prendere il comando delle operazioni. Un fallo tecnico fischiato a Esposito fa capire quanto il coach casertano ci tenga alla posta in palio: la squadra dimostra di seguire le indicazioni del proprio allenatore, mettendo sul campo ogni energia disponibile per cercare di fare le cose nel miglior modo possibile e di vincere la partita.

Partita equilibrata nei primi 20′ di gioco, che l’Acqua S.Bernardo Cantù chiude con un minino vantaggio. La Germani non dà seguito all’ottima partenza, ma grazie alle giocate di Chery (10 punti) e Crawford (7) la formazione di Vincenzo Esposito resta comunque pienamente in partita. Al termine del primo tempo, il top scorer di giornata è Jazz Johnson, autore di 11 punti.

Tornano ad alzarsi i ritmi di gara, ma a differenza dell’inizio della partita l’Acqua S.Bernardo è assolutamente sul pezzo, pronta a rispondere ai colpi della Germani, guidata dall’estro di Chery, primo tra i suoi a trovare la doppia cifra a referto. Al PalaLeonessa A2A la taglia piccola va… di moda: per Cantù, infatti, il migliore è Johnson, autore di 11 punti.

Inizio scoppiettante per la Germani Brescia, che dopo un inizio più che promettente si perde un po’ con il passare dei minuti, soprattutto quando i ritmi di gara si abbassano. Guidata da un superbo Crawford (7 punti nei primi 10′), la squadra di Esposito mantiene comunque due punti di vantaggio al termine del primo periodo di gioco.

Inizio più che promettente per i colori biancoblu di casa, con la squadra pronta e concentrata sin dalla palla a due. Crawford segna 7 punti in 5′ e guida il primo allungo della Germani, che però paga dazio con la second unit alla voglia di rimonta degli ospiti, che lentamente ma inesorabilmente si riavvicinano nel punteggio. Buono il ritmo sul parquet del PalaLeonessa A2A, lo spettacolo mostrato dalle due squadre fino a questo momento è assolutamente gradevole.

Torna Tyler Kalinoski nello Starting Five della Germani che si appresta ad affrontare la Cantù nel penultimo impegno della Supercoppa: la guardia statunitense scenderà sul parquet del PalaLeonessa A2A assieme a Kenny Chery, Drew Crawford, Brian Sacchetti e Christian Burns. Sono Jaime Smith, Andrea Pecchia, Andrea La Torre, Donte Thomas e Sha’markus Kennedy a comporre il primo quintetto schierato da coach Cesare Pancotto.

Tutto confermato in casa Germani, che presenta lo stesso roster visto all’opera contro l’Olimpia Milano lunedì scorso. Out, dunque, uno scalpitante Ristic, che si allena alla ricerca della migliore forma fisica in attesa di poter essere tesserato ufficialmente, e Cline, in arrivo in Italia proprio in queste ore.

L’impianto di gioco di Brescia, dunque, poggerà sui giocatori utilizzati da coach Esposito nel corso di tutta la Supercoppa italiana, compresi i due ex di giornata: Christian Burns, autore a Cantù di una stagione da doppia doppia di media per punti e rimbalzi, e Salvatore Parrillo, che dell’Acqua S.Bernardo è stato anche capitano per una stagione.

Ultimo impegno casalingo per la Germani Brescia nella Eurosport Supercoppa 2020, che celebra oggi la penultima giornata dei gironi di qualificazione. Con Milano già certa della partecipazione alla Final Four di Bologna, Brescia ospita l’Acqua S.Bernardo Cantù con l’obiettivo di mettere ulteriore benzina nel proprio serbatoio in attesa di schierarsi sulla linea di partenza del campionato e dell’EuroCup, che partiranno negli ultimi giorni di settembre.

Ecco perché la sfida con la squadra brianzola, superata nella gara d’andata grazie a una grande rimonta nella ripresa culminata con la tripla vincente di Kalinoski, riveste comunque una grande importanza: sul cammino della Germani, infatti, ci saranno altre poche chances per provare a mettere in pratica quanto appreso durante gli spogliatoi. Ogni occasione di crescita, dunque, è d’oro e va sfruttata nel modo migliore.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive