27 Set 2020

Germani, primo boccone amaro: la vittoria a Varese sfuma dopo un supplementare

Boccone amaro da digerire per la Germani Brescia nella prima giornata di campionato, al termine della quale matura una sconfitta di misura (94-89) sul campo dell’Openjobmetis Varese. Dopo un primo tempo giocato con grande autorità, i biancoblu cedono alla rimonta degli avversari, mai domi in una ripresa giocata con il coltello tra i denti e la palla spesso nelle sapienti mani di Luis Scola, autore di 23 punti.

Troppi alti e bassi nel gioco della squadra bresciana, che paga dazio al tardivo inserimento di due pedine fondamentali come Ristici e Cline, comunque sul pezzo. Piano piano gli schemi di coach Esposito saranno digeriti meglio dai suoi giocatori e le cose non potranno che andare meglio.

Anche perché di tempo per rammaricarsi della sconfitta a Masnago ce n’è davvero poco: tra 48 ore, infatti, la Germani è attesa dall’esordio in EuroCup sul campo del Buducnost Voli, a Podgorica. Una gara che sarà l’occasione per riscattare questo primo passo falso, anche se su un campo caldissimo dove non sarà facile fare risultato.

OPENJOBMETIS VARESE-GERMANI BRESCIA 94-89 (17-23, 33-44, 59-59, 81-81)
Openjobmetis Varese: Morse 4 (2/2), Scola 23 (8/15, 0/2), De Nicolao 7 (3/4), Jakovics 2 (1/2, 0/2), Ruzzier 13 (2/2, 2/4), Andersson 3 (0/1, 1/2), Strautins 12 (0/5, 2/7), De Vico 14 (0/1, 4/6), Ferrero 5 (1/1, 1/3), Douglas 11 (1/2, 3/8), Librizzi ne, Virginio ne. All: Bulleri
Germani Brescia: Cline 16 (3/5, 2/3), Vitali 7 (1/1, 1/1), Parrillo, Chery 12 (1/8, 2/9), Bortolani 5 (0/1, 1/1), Ristic 8 (3/3), Crawford 19 (5/9, 2/5), Burns 2 (1/3, 0/1), Kalinoski 10 (2/5, 2/2), Moss 6 (2/2, 0/1), Sacchetti 4 (0/3 da tre), Ancellotti. All: Esposito
Arbitri: Begnis, Grigioni e Dori
Note: Tiri da 2: Varese 18/35 (51%), Brescia 18/37 (49%); Tiri da tre: Varese 13/34 (38%), Brescia 10/28 (36%), Tiri liberi: Varese 19/26 (73%), Brescia 23/25 (92%); Rimbalzi: Varese 41 (31 RD, 10 RO), Brescia 35 (29 RD, 6 RO)

IL LIVE BLOG DELLA PARTITA

Esordio amaro in campionato per la Germani Brescia, sconfitta sul campo della Pallacanestro Varese. Dopo un primo tempo di assoluto valore, la squadra di Esposito cede alla rimonta dei padroni di casa ed esce battuta dopo un tempo supplementare. Tra 48 ore c’è la possibilità di riscattarsi in EuroCup in casa del Buducnost

Overtime a Masnago! Il colpo inferto alla gara dall’OJM Varese non basta ai biancorossi per conquistare la vittoria. Con una magia di Crawford, Brescia agguanta gli avversari nelle battute finali del match e li costringe ai tempi supplementari

Ci avviciniamo a grandi passi al momento topico del match: Varese avanti di una lunghezza con 5’50” da giocare, Brescia in attacco. Chi riuscirà a sferrare il colpo del ko all’avversario? Quello che è certo è che a Masnago nessuna delle due squadre si arrenderà facilmente: tutti i giocatori sono pronti a vendere cara la propria pelle

Parziale del tutto favorevole all’Openjobmetis Varese, che annulla completamente il gap con una Germani poco precisa, soprattutto in attacco. Con le squadre che arrivano all’ultimo mini-intervallo in perfetta parità, è chiaro a tutti che la gara dell’Enerxenia Arena verrà decisa dagli ultimi 10′ infuocati minuti

Scola sale in cattedra e Varese torna in partita: l’argentino segna 8 punti nei primi 7′ del quarto e permette alla sua squadra di colmare definitivamente il gap con gli avversari, capaci di mettere solo 6 punti a referto. All’Enerxenia Arena di Varese inizia di fatto un nuovo match, anche se l’inerzia in questo momento è completamente nelle mani dell’Openjobmetis

Inizio decisamente soft della Germani nel terzo periodo, complice il massimo sforzo compiuto dalla squadra di casa per provare a colmare il distacco dagli avversari. Dopo i primi 3′ di gioco, Brescia è ancora a secco di canestri, ferma ai 43 punti segnati nel primo tempo. Varese approfitta del momentaneo digiuno degli ospiti e con un parziale di 6-0 torna a tiro

È vicino a canestro che la Germani sta facendo più male ai propri avversari: il 67% nel tiro da 2 (8/12) testimonia che quando la squadra biancoblu martella il pallone sotto canestro, ne trae senza dubbio i più grandi benefici. Gli ospiti stanno avendo la meglio anche nel tiro da 3 (43% contro il 25% dei padroni di casa) e a rimbalzo (19 contro 16). Non si è ancora acceso, invece, Luis Scola, fermo a 5 punti a referto con 2/6 al tiro: ogni tentativo di rimonta da parte dei varesini non potrà che passare dalle giocate del centro argentino, che nonostante tutto resta l’arma più pericolosa a disposizione dell’OJM

Il timone della gara è nelle mani della Germani Brescia, che arriva all’intervallo lungo con la doppia cifra di vantaggio. Crawford (10 punti) è il miglior stoccatore della squadra biancoblu, che accelera al momento giusto e chiude i primi 20′ del match in pieno controllo. Attenzione, però, all’orgoglio dell’OJM: conoscendo il carattere del suo allenatore, c’è la certezza che i biancorossi non lasceranno nulla di intentato per provare a ricucire il gap e giocarsela fino in fondo

Germani davvero convincente nella seconda parte del secondo periodo di gioco: la squadra biancoblu, infatti, prende con decisione le redini della partita, inaridendo le fonti di gioco degli avversari e iniziando a segnare con la dovuta continuità. Si spiega così la doppia cifra di vantaggio maturata a 180″ dall’intervallo lungo, con Brescia avanti 36-26. Crawford, nel frattempo, è il primo giocatore della gara a raggiungere la doppia cifra a referto

Ritmi più bassi nel secondo quarto di gioco, caratterizzato da una maggiore efficacia delle due difese rispetto ai rispettivi attacchi da fronteggiare. La gara scorre via nei binari di un equilibrio pressoché perfetto, con Brescia che riesce a mantenere un minimo vantaggio di 3 lunghezze quando Esposito decide di chiamare la squadra a sé e di parlare di tutto ciò che in campo non sta andando come l’allenatore casertano vorrebbe

Germani avanti nel punteggio dopo i primi 10′ di gioco: guidata dalle giocate di Kalinoski (8 punti a referto), Brescia gioca un basket con molti alti e pochi bassi e prende con autorità le redini delle operazioni. Vorticosa la girandola di cambi ordinata da coach Esposito nel corso del primo quarto, a testimonianza che tutti avranno la possibilità di lasciare il segno durante la partita

La reazione dell’Openjobmetis non tarda ad arrivare, complice qualche errore di troppo in attacco di una Germani che dopo i primi 6′ di gioco trova punti solo da due giocatori: Kalinoski, autore di 6 punti, e Crawford, fermo ai 5 punti messi a segno in apertura. Quando Esposito chiama il primo time out a propria disposizione alla Germani resta un solo punto di vantaggio da gestire

Drew Crawford… mamma mia che inizio! Cinque punti consecutivi dell’ala statunitense aprono il campionato della Germani Brescia, che con un inizio veemente costringe Massimo Bulleri a spendere il primo time out della partita dopo appena 76″ di gioco. È evidente che al coach dell’OJM non è andato a genio l’inizio di gara dei suoi e le scelte compiute in attacco e in difesa. E in queste circostanze non c’è modo migliore per dare la scossa ai propri giocatori

11, 24, 22, 41 e 23: ecco i primi numeri estratti alla ruota del… campionato di Serie A. Sono questi i numeri di maglia dei giocatori che compongono lo Starting Five della Germani Brescia nella sfida con la Pallacanestro Varese, con Cline e Ristic destinati a entrare a match in corso. Nelle fila dell’Openjobmetis, invece, i primi cinque a entrare in campo saranno Michele Ruzzier, Toney Douglas, Arturs Stautins, Denzel Andersson e Luis Scola

Roster al completo per la Germani Brescia: TJ Cline e Dusan Ristic sono pronti all’esordio in una competizione ufficiale, mentre Christian Burns ha risolto i problemi che gli avevano impedito di scendere in campo nella partita del Trofeo Ferrari con Trento. C’è grande curiosità, dunque, di vedere all’opera la formazione bresciana al completo, anche se questa di Varese è solo la prima tappa di un cammino che tutti a Brescia sperano possa essere il più lungo possibile.

Fuoco alle polveri, inizia il campionato di Serie A! Dopo un’attesa lunga più di sei mesi, riprende il massimo torneo di basket, pronto a inaugurare una nuova avvincente stagione. Il cammino della Germani Brescia riparte dall’Enerxenia Arena di Varese, al cospetto dell’Openjobmetis di coach Massimo Bulleri e del sempreverde Luis Scola, 40enne dal talento inestimabile.

L’ultimo impegno ufficiale della Germani risale a due settimane fa proprio contro la squadra biancorossa, incrociata nell’ultimo impegno del girone di qualificazione della Supercoppa italiana. Se in quella circostanza il roster a disposizione di coach Esposito era incompleto, privo di due pedine fondamentali come Cline e Ristic, quello che farà il suo debutto in campionato sarà finalmente al completo, anche se al quintetto biancoblu serviranno tempo e lavoro per poter riuscire a esprimere tutte le proprie potenzialità.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive