29 Set 2020

La Germani si perde sul più bello, la trasferta in Montenegro non regala sorrisi

Trasferta senza sorrisi per la Germani Brescia in Montenegro: i biancoblu, infatti, perdono la gara d’esordio per mano del Buducnost VOLI, capace di restare sul pezzo per tutti i 40’ e di approfittare dell’evidente appannamento degli ospiti nei minuti conclusivi della gara.

Un vero peccato per la Germani, capace di duellare a lungo con gli avversari, pagando però a caro prezzo il gap di fisicità a favore della squadra montenegrina. Quando poteva allungare, Brescia non ha saputo capitalizzare le occasioni avute. Quando, invece, ad allungare è stata la squadra di casa, i biancoblu non sono stati capaci di rispondere prontamente e hanno visto la gara sfuggire di mano inesorabilmente.

Il percorso di crescita della Germani certamente non finisce qui. Anzi, da Podgorica emerge con evidenza la necessità di mettere benzina nelle gambe e di conoscersi sempre meglio in campo per poter sopperire meglio ai momenti di difficoltà.

Man mano che passerà il tempo, questa squadra è destinata a migliorare, a cominciare dal prossimo difficilissimo impegno: domenica pomeriggio, infatti, la Germani è attesa dalla sfida con la Virtus Segafredo Bologna, in un match dal quale coach Esposito e tutti i tifosi biancoblu si attendono una pronta risposta da parte della squadra.

BUDUCNOST VOLI PODGORICA – GERMANI BRESCIA 93-81 (19-23, 42-43, 65-65)
Buducnost Voli Podgorica: Cobbs 16 (5/12, 0/1), Ivanovic 24 (3/6, 2/5), Ejim 16 (4/6, 1/3), Sehovic 3 (1/3 da tre), Nikolic D. 8 (2/2, 1/2), Apic 6 (3/4), Nikolic Z. 2, Vaughn (1/2, 0/1), Popovic 5 (2/3, 0/1), Reed 13 (5/5), Zugic ne. All: Mijovic
Germani Brescia: Cline 7 (1/2, 1/1), Vitali 4 (1/3, 0/2), Parrillo, Chery 12 (3/4, 1/6), Bortolani 4 (1/3, 0/3) Ristic 17 (7/11, 1/1), Crawford 10 (1/4, 2/3), Burns 10 (4/6, 0/2), Kalinoski 6 (3/3, 0/3), Moss 2 (1/2, 0/2), Sacchetti 6 (2/3 da tre), Ancellotti 3 (1/1). All: Esposito
Arbitri: Foufis, Isguder e Lavrukhin
Note: Tiri da 2: Podgorica 25/42 (59%), Brescia 22/38 (58%); Tiri da tre: Podgorica 5/16 (31%), Brescia 8/28 (29%), Tiri liberi: Podgorica 28/32 (87%), Brescia 13/18 (72%); Rimbalzi: Podgorica 37 (26 RD, 11 RO), Brescia 22 (15 RD, 7 RO)

IL LIVE BLOG DELLA PARTITA

Alla Germani non riesce il colpaccio sul campo del Buducnost VOLI, che tiene l’acceleratore premuto fino al 40′ e negli ultimi minuti della gara mette le mani sui primi due punti della stagione. Peccato per Brescia, capace di duellare ad armi pari con gli avversari per lunghi tratti della partita ma non di completare l’opera con un finale all’altezza della situazione

Cobbs inventa, Ivanovic realizza: il numero 2 in maglia bianca sale in cattedra e regala al Buducnost un vantaggio che, commisurato all’andamento della partita, inizia ad avere una certa consistenza. Brescia appare un po’ arida in attacco e non sempre riesce a fare le scelte giuste. La stanchezza non manca, ma per cercare di tornare in Italia con un risultato positivo sarà davvero necessario andare oltre la fatica

Buducnost avanti di due punti, Esposito chiama time out per fronteggiare l’emergenza dettata dai cinque falli commessi da Tyler Kalinoski, che non potrà più dare il proprio apporto negli ultimi 7’30” di gara. Al suo arco Brescia ha le frecce per provare comunque a far male agli avversari, che continuano a puntare forte sulla propria fisicità e sulle giocate di Cobbs, bravo a inventare per sé e per i compagni di squadra

Perfetta parità a Podgorica dopo i primi tre quarti di gara. La partita (Ristic 17 punti, Cobbs 14) non ha ancora trovato un padrone, gli ultimi 10′ saranno decisivi per stabilire la squadra che vincerà la gara d’esordio della 7DAYS EuroCup

Anche il terzo quarto è un continuo botta e risposta tra le due squadre, che cercano di prendere le redini del match, senza però riuscirci. Sul campo, dunque, le contendenti continuano a sorpassarsi senza soluzione di continuità, cercando quella spallata che potrebbe indirizzare la sfida nelle proprie mani. Brescia continua ad avere certezze da Ristic, Crawford e Kalinoski sono gravati di tre falli

È la lotta a rimbalzo a penalizzare la Germani Brescia, che dal campo è certamente più precisa degli avversari, tirando con il 57% da due punti e con il 27% da tre. Il Buducnost, infatti, ha conquistato 9 rimbalzi in più rispetto alla squadra italiana (24-15 il computo totale), garantendosi quegli extra possessi che gli permettono di rimanere a contatto con gli avversari. Nel secondo tempo, la Germani dovrà essere brava ad andare a rimbalzo con tutti i suoi effettivi, non lasciando solo a Ristic e agli altri lunghi il compito di conquistare palloni preziosi sotto canestro

Partita combattutissima allo Sportski centar Morača di Podgorica: dopo i primi 20′ di gioco, Brescia mantiene un punto di vantaggio nei confronti degli avversari, che con la loro fisicità hanno risposto al primo tentativo di allungo della squadra biancoblu. In casa Germani il top scorer è Dusan Ristic, autore di 15 punti. La point guard del Buducnost Justin Cobbs (10 punti) è l’altro giocatore ad aver raggiunto la doppia cifra a referto

Una tripla di Ristic blocca l’ondata di piena dei padroni di casa, arrivati a gestire 4 lunghezze di vantaggio dopo aver inseguito a lungo la Germani. Il pivot serbo ha scollinato da tempo la doppia cifra a referto ed è arrivato ora a 15 punti all’attivo, diventando il vero punto di riferimento dell’attacco biancoblu

Se c’è un rammarico nei primi 15′ della partita della Germani è quello di aver lasciato troppi rimbalzi offensivi al Buducnost, che si tiene a contatto con la squadra ospite grazie a questo fondamentale. Del resto, la fisicità della squadra montenegrina è nota e da qui alla fine della partita sarà un fattore da provare a contenere al meglio

I ritmi nel secondo quarto sembrano più bassi rispetto a quelli dell’avvio di gara. Brescia fatica a contenere Ejim, sicuramente il giocatore più pericoloso nelle fila del Buducnost, e conquistare un pallone sotto le plance necessita ogni volta di una battaglia senza quartiere. Questa è l’EuroCup, dove la fisicità delle squadre è un fattore da tenere sempre in considerazione

Primo quarto giocato con autorità dalla Germani Brescia, che risponde colpo su colpo al Buducnost nel corso dei primi 10′ e arriva al primo mini-intervallo con 4 lunghezze di vantaggio sugli avversari. 6 punti a referto per Dusan Ristic, 4 per Tyler Kalinoski. Tutti i giocatori a disposizione di coach Esposito hanno messo piede in campo nel primo quarto di gara

Ritmi altissimi in avvio di gioco, con le squadre che non nascondono il proprio talento e il proprio agonismo sul parquet. La lotta sotto canestro tra Ristic e Apic è tutta da gustare, entrambi hanno centimetri e chili da spendere vicino a canestro. Quando Brescia corre in contropiede, riesce a far male ai propri avversari, che sembrano lucidi quando attaccano a difesa schierata. La partita scorre veloce ed è assolutamente piacevole da vedere

Kenny Chery, Tyler Kalinoski, Drew Crawford, Brian Sacchetti e Dusan Riistic: l primo Starting Five della stagione nella 7DAYS EuroCup è servito! Rispetto alla gara di domenica scorsa, Dusan Ristic trova posto sotto canestro al fianco di Brian Sacchetti. Ma tutti i giocatori biancoblu scalpitano per dare il proprio contributo nella sfida contro Buducnost VOLI, che alla palla a due schiera questi giocatori: Justin Cobbs, Rashad Vaugh, Melvin Ejim, Dragan Apic e Danilo Nikolic.

Volti concentrati, quelli dei giocatori della Germani Brescia: la squadra sta perfezionando la fase di pre-riscaldamento, saggiando ancora una volta il parquet dello Sportski centar Morača di Podgorica, dove si è allenata nella serata di lunedì e nella mattinata di oggi. Nonostante sia la gara d’esordio, Brescia sa che la posta in palio è già alta ed è altrettanto conscia della forza dell’avversario con cui si appresta a duellare sportivamente. Dai giocatori con la maglia grigia, anch’essa all’esordio assoluto in questa stagione, ci si aspetta una prova di grande personalità.

Inizia la terza avventura europea della Germani Brescia, inizia la nuova stagione della 7DAYS EuroCup! Reduce dalla sconfitta di Varese nella gara d’esordio del campionato, la formazione biancoblu debutta in trasferta anche nella competizione europea, affrontando il temibile Buducnost VOLI sul parquet dello Sportski centar Morača di Podgorica, capitale del Montenegro.

Il quintetto guidato da coach Vincenzo Esposito è atteso da 40′ di fuoco, nei quali dovrà cercare di perfezionare tutti quei meccanismi che a Masnago hanno funzionato a intermittenza e di domare un avversario di grande blasone e, soprattutto, di grande esperienza.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive