18 Ott 2020

Brescia doma Trieste e centra il secondo successo consecutivo in campionato

Secondo successo consecutivo per la Germani Brescia, che supera l’Allianz Pallacanestro Trieste nel posticipo della quarta giornata di campionato al termine di una gara dominata nel primo tempo e portata a casa con grande volontà in una ripresa nella quale le cose non hanno girato come nei primi 20′.

Se il divario finale non è quello che il primo tempo lasciava presagire, il merito è soprattutto della reazione veemente della squadra ospite, che nel secondo tempo ha tentato il tutto per tutto. Nonostante qualche momento di difficoltà, però, Brescia non ha mai perso la testa, contenendo la rimonta degli ospiti e piazzando le zampate vincenti nel quarto e ultimo periodo, quello che ha sancito la vittoria dei biancoblu.

Senza l’apporto di Cline e Kalinoski, Brescia trova grande continuità da Crawford (19 punti) e Burns (doppia doppia da 17 punti e 11 rimbalzi) e nel finale si affida all’esperienza e alla visione di gioco di Luca Vitali, che confeziona un quarto periodo con i fiocchi, smistando 5 assist e facendo sempre la cosa giusta al momento giusto.

La vittoria della Germani, comunque, è assolutamente corale, come nello stile della squadra di Vincenzo Esposito, pronta a imbarcarsi nuovamente per un’altra trasferta europea su un altro campo particolarmente ostico. Mercoledì sera, infatti, Brescia sarà di scena a Malaga contro l’Unicaja, contro la quale servirà una prova di testa e cuore come quella andata in scena questa sera al PalaLeonessa A2A.

GERMANI BRESCIA-ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE 75-63 (29-9, 48-27, 56-48)
Germani Brescia: Vitali 2 (1/1, 0/3), Parrillo, Chery 14 (2/5, 2/3), Bortolani 5 (1/3, 1/3), Ristic 4 (2/3), Crawford 19 (4/5, 3/4), Burns 17 (6/11, 1/3), Moss 5 (2/2, 0/4), Sacchetti 5 (0/2, 1/2), Ancellotti 4 (1/3). All: Esposito
Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Mussini, Upson, Fernandez, Arnaldo, Laquintana 13 (5/9, 1/2), Delia 8 (3/7), Da Ros ne, Grazulis 8 (4/7, 0/4), Doyle 18 (3/4, 4/11), Alviti 14 (1/2, 3/5), Cebasek 2 (1/1, 0/4). All: Dalmasson
Arbitri: Sahin, Galasso e Pepponi
Note: Tiri da 2: Brescia 19/35 (54%), Trieste 17/34 (50%); Tiri da tre: Brescia 8/23 (35%), Trieste 8/32 (25%), Tiri liberi: Brescia 13/15 (87%), Trieste 5/8 (63%); Rimbalzi: Brescia 41 (34 RD, 7 RO), Trieste 33 (26 RD, 7 RO)

IL LIVE BLOG DELLA PARTITA

VITTORIA DELLA GERMANI!! Brescia la vince in difesa, lasciando solo 63 punti all’Allianz Pallacanestro Trieste. La Germani domina il primo tempo e controlla la situazione nel secondo, conquistando così il secondo successo in campionato.

Il rebus si è complicato, ma la Germani ha tutti i mezzi per poterne venire a capo. Serve un po’ di fluidità in attacco e una tranquillità che con il passare dei minuti sembra essere venuta un po’ meno. Tutto, comunque, nasce dalla difesa: quando la Germani alza la voce sotto il proprio canestro, non solo impedisce agli avversari di segnare, ma trova anche la spinta per giocare in attacco con più scioltezza. La chiave per vincere la gara era, è e resterà questa fino alla sirena finale. Nel frattempo, dopo i primi 4′ dell’ultimo periodo Brescia è avanti 62-53.

Partita completamente riaperta: la veemente reazione dell’Allianz Trieste arriva puntuale nel terzo periodo, la Germani fatica a costruire gioco e incassa la rimonta degli ospiti. Al 30′ i biancoblu mantengono 8 lunghezze di vantaggio

L’inizio del terzo quarto ricalca la fine del secondo, con Trieste che prova a rialzare la china e la Germani che non riesce a sbloccarsi in attacco. Dopo i primi 5′ di gioco Brescia è ancora a secco e il largo vantaggio maturato dopo i primi due quarti inizia ad assottigliarsi, anche se è ancora sopra la doppia cifra. L’impressione è che serva un canestro per sbloccare la situazione, Esposito decide di parlare con i propri giocatori spendendo il primo time out della ripresa.

29 punti segnati nel primo quarto, 19 nel secondo: eppure il vantaggio della Germani è rimasto pressoché invariato. Anzi, il +20 maturato dopo i primi 10′ è diventato un +21, a testimonianza che Brescia è stata capace di vincere anche il secondo parziale. E senza il 7-0 dei biancorossi con cui si è chiuso il primo tempo, il vantaggio bresciano sarebbe stato ancora più consistente…

Il segreto del vantaggio dei padroni di casa è tutto nelle % di tiro lasciate agli avversari, che si stanno infrangendo sulla difesa dei biancoblu senza riuscire a trovare il bandolo della matassa. Il 28.6% nel tiro da due e il 23.5% in quello da tre testimoniano la fatica offensiva dell’Allianz, che ha catturato 12 rimbalzi in meno rispetto alla Germani (26-14), che ha all’attivo anche 7 preziosissime palle recuperate.

Un grande primo tempo per una grande Germani Brescia: convinta in attacco, ermetica in difesa, la squadra biancoblu mette le mani sulla partita con grande autorità. La stessa che servirà nel secondo tempo per chiudere l’opera e conquistare il successo

Quando l’attacco non gira al meglio, una buona difesa può togliere dai guai qualsiasi squadra. È evidente che il secondo periodo offensivo della Germani non è come il primo. Quello che sta succedendo nella metà campo difensiva, invece, assomiglia terribilmente a quanto abbiamo visto nel corso dei primi 10′.

La Germani mantiene un buon vantaggio, nonostante i ritmi di gara si siano abbassati e anche Brescia abbia iniziato a commettere qualche errore in attacco. È in difesa, comunque, che la squadra di casa regge alla grande e il tentativo di rimonta degli ospiti al momento rimane una semplice chimera. Il piglio rimane quello giusto, a metà del secondo quarto Brescia mantiene i 20 punti di vantaggio maturati al termine del primo periodo.

L’attacco gira, la difesa tiene alla grande. E la Germani costruisce un buon vantaggio alla fine dei primi 10′ di gioco, nei quali impedisce letteralmente a Trieste di costruire buoni tiri. La vena in attacco è di quelle davvero buone e il vantaggio al termine del primo periodo di gioco è già decisamente consistente.

Mano calda per Kenny Chery, che piazza cinque punti in un amen e porta i mattoni al piano partita che la Germani intende costruire questa sera. La palla circola bene tra i giocatori in maglia blu e i risultati si vedono subito: 16-7 per i padroni di casa, che nei primi 5′ di gara e all’avvio delle prime rotazioni mostrano la faccia giusta. Time out chiamato da coach Dalmasson.

Kenny Chery, Drew Crawford, David Moss, Brian Sacchetti e Dusan Ristic: queste le scelte di coach Esposito, ecco i primi cinque giocatori a scendere in campo nel posticipo della quarta giornata del campionato di Serie A contro l’Allianz Pallacanestro Trieste. La squadra di Dalmasson, invece, all’inizio della partita schiera i seguenti giocatori: Juan Fernandez, Milton Doyle, Andejs Grazulis, Davide Alviti e Devonte Upson.

Squadre in campo per il preriscaldamento, facce note al PalaLeonessa A2A: quella di Juan Fernandez, playmaker della Leonessa che nel 2016 ottenne la promozione in Serie A, e quella di Tommaso Laquintana, che a Brescia ha trascorso le ultime due stagioni.

Ex a parte, i giocatori della Germani cercano la concentrazione per affrontare un avversario che negli ultimi anni si è sempre dimostrato un osso duro da superare. La vittoria ottenuta a febbraio, infatti, è stata la prima da quando i giuliani sono tornati in Serie A. Il tabù è stato sfatato, ma ora servirà continuare sulla strada intrapresa qualche mese fa.

Nuovo impegno casalingo per la Germani Brescia, che ospita l’Allianz Pallacanestro Trieste nel posticipo della quarta giornata di campionato. Reduce dallo stop in EuroCup sul campo del Mornar Bar, arrivato però dopo due successi consecutivi, il quintetto biancoblu proverà a compiere un ulteriore step nel proprio processo di crescita, anche se dovrà fare a meno di TJ Cline, fermo ai box per l’infortunio subìto proprio nella trasferta in Montenegro.

Contro un avversario tutt’altro che tenero, guidato dagli ex di giornata Fernandez e Laquintana, Brescia dovrà cercare di far valere il fattore casalingo, limando gli errori commessi nell’ultima gara e continuando a dare seguito a quanto di buono mostrato sette giorni fa a Treviso, luogo in cui è maturata la prima vittoria in campionato.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive