24 Ott 2020

C’è l’ostacolo Reggio Emilia tra Brescia e la terza vittoria consecutiva

Dopo quella di Malaga, c’è ancora una trasferta da affrontare sul percorso della Germani Brescia, che affronta la Unahotels Reggio Emilia con la voglia di muovere ancora la classifica, cercando di conquistare la terza vittoria consecutiva in campionato dopo quelle con Treviso e Trieste.

L’ostacolo da superare è tutt’altro che facile: nonostante non abbia ancora vinto di fronte al proprio pubblico (Reggio Emilia quest’anno gioca a Casalecchio di Reno per l’indisponibilità del PalaBigi), la Unahotels ha appena conquistato lo scampo della Virtus Bologna, superata a domicilio al termine di una prova di grande autorità.

La Germani, dunque, dovrà cercare di colpire gli avversari sui loro punti deboli, mascherando le assenze con cui la squadra biancoblu è costretta a convivere in questa fase della stagione, caratterizzata da un calendario fitto di impegni da vivere sempre con il fiato sospeso.

Unahotels Reggio Emilia-Germani Brescia si gioca sabato 24 ottobre alle ore 20.30 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO).

Il cammino in campionato della Unihotels Reggio Emilia è quantomeno curioso. La squadra allenata da Antimo Martino, lo scorso anno sulla panchina della Fortitudo Bologna, ha ottenuto due successi nelle prime quattro gare del torneo, vincendole però entrambe lontano da casa.

Sul parquet dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, che quest’anno sarà la casa della Pallacanestro Reggiana, sono maturate infatti due sconfitte, una per mano di Milano e l’altra contro Brindisi. Diverso, invece, il cammino dei biancorossi lontano da casa (o quasi): vittoria a Trento, successo alla Segafredo Arena di Bologna contro la quotata Virtus, un risultato che testimonia la bontà del roster a disposizione dell’ex coach di Roma, Ravenna e Fortitudo.

Anche se il basket è uno sport di squadra, i duelli individuali saranno la chiave per determinare chi tra Reggio Emilia e Brescia riuscirà a portarsi a quota 6 punti in classifica. Due, in particolare, i duelli più succulenti: quello che riguarda i playmaker della squadra e quello che coinvolgerà i pivot.

La cabina di regia dell’Unihotels è appannaggio di Brandon Taylor, folletto statunitense alla seconda esperienza italiana, visto che nella stagione 2018-2019 aveva giocato in Serie A2 con la maglia di Bergamo. Taylor gestisce i ritmi della gara, occupando l’ottavo posto nella classifica dei migliori assistmen del campionato (5 assist a partita), ma è anche al primo posto nella classifica delle palle perse (4.3), a testimonianza che il suo è un ruolo chiave nelle sorti della formazione biancorossa.

È una vecchia conoscenza del campionato italiano anche Frank Elegar, il cuoi nome un paio di stagioni fa fu accostato anche alla Germani. Il pivot americano viaggia a 9.5 punti e 5 rimbalzi a partita, garantendo alla causa 1.3 stoppate a gara, statistica che lo piazza al secondo posto dell’apposita classifica.

Il duello tra Taylor e Chery e quello tra Elegar, Ristic e gli altri lunghi della Germani saranno dunque decisivi per stabilire chi conquisterà l’anticipo della quinta giornata di campionato.

L’Unahotels Reggio Emilia ha un roster costruito su alcuni giocatori d’esperienza ma che punta forte anche su giovani dalle grandi prospettive. Se Leo Candi (classe 1997) è ormai diventato una certezza, tanto da ricoprire anche il ruolo di capitano della compagine emiliana, una delle scoperte più interessanti dell’inizio di stagione dei reggiani è senza dubbio Mouhamet Diouf.

L’ala senegalese (di passaporto italiano), classe 2001, sta dimostrando di essere una pedina preziosa nello scacchiere biancorosso. Proveniente dal florido settore giovanile biancorosso, infatti, il giocatore sta collezionando più di 13′ di media in campo: Martino crede nelle potenzialità di questo giovane lungo e non si tira indietro nel puntare su di lui, anche in momenti topici delle partite.

“Ci prepariamo ad affrontare un’altra trasferta a distanza di poco più di 48 ore, dopo due vittorie consecutive in campionato, due partite non facili ma comunque vinte, e cercheremo di proseguire così – il commento di Vincenzo Esposito -. Non è mai facile giocare a poche ore di distanza, ma la nostra intenzione è quella di mettercela tutta, nonostante Reggio Emilia sia una squadra in fiducia, che arriva dalla vittoria con la Virtus Bologna”.

“Abbiamo bisogno di continuità, non solo tecnica ma anche fisica – conclude il coach della Germani -. Reggio Emilia è una squadra con una grossa forza nel pacchetto degli esterni e l’aspetto difensivo sul perimetro sarà importante. Dovremo agire bene anche nella cattura dei rimbalzi e saper prendere il ritmo giusto già nell’inizio della gara, perché i nostri avversari sanno fare molto bene fin dai primi secondi di gioco”.

La partita tra Unahotels Reggio Emilia e Germani Brescia sarà diretta da Roberto Begnis di Crema (CR), Andrea Bongiorni di Pisa e Gianluca Capotorto di Palestrina (RM).

La sfida dell’Unipol Arena sarà visibile in diretta streaming su Eurosport Player. Come sempre, sul sito di Pallacanestro Brescia si potrà seguire l’andamento del match nel consueto Live Blog.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive