24 Ott 2020

Reggio Emilia sfrutta il blackout biancoblu, la Germani non riesce a calare il tris

Alla Germani non bastano 25’ di buon basket per tornare a casa da Bologna con i due punti in palio. Un terribile parziale a cavallo tra il terzo e il quarto periodo, infatti, penalizza a dismisura gli sforzi dei biancoblu, costretti a incassare la terza sconfitta stagionale al cospetto di una Pallacanestro Reggiana capace di uscire alla distanza e di mettere le mani sulla vittoria.

La luce si è spenta inesorabilmente alla fine del terzo quarto e, quando si è riaccesa nelle battute finali del match, era troppo tardi per provare a raddrizzare una partita nella quale la navigazione sembrava regolare. Anzi, il blackout della Germani è arrivata proprio nel momento in cui la squadra di Esposito sembrava aver messo le mani sul timone della gara, accumulando un vantaggio di 7 lunghezze.

Un vantaggio effimero, perché Reggio Emilia è stata capace di raddrizzare la gara come un calzino, mettendo a nudo i limiti odierni della squadra biancoblu. Che siano fisici o di tenuta mentale, toccherà all’allenatore stabilirlo e provare a correggerli. È assodato in ogni caso che gli impegni così ravvicinati si facciano sentire oltremodo, soprattutto al cospetto di una squadra che ha tutta la settimana a propria disposizione per preparare le partite. 

Al netto di questo, è altrettanto vero che Brescia ha gli strumenti per uscire fuori da queste ultime due sconfitte consecutive e il doppio impegno casalingo contro Metropolitans 92 e Virtus Roma dovranno trasformarsi nelle occasioni per raddrizzare il timone e invertire la tendenza. Soprattutto se la Germani riuscirà a recuperare i due assenti, Kalinoski e Cline: a questi livelli, infatti, nessuno può permettersi di regalare due giocatori del quintetto titolare.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA-GERMANI BRESCIA 83-67 (19-20, 45-44, 62-57)
Unahotels Reggio Emilia: Bostic 16 (2/3, 3/9), Candi 5 (1/2, 1/4), Baldi Rossi 4 (2/4, 0/1), Porfilio ne, Taylor 7 (2/4, 1/6), Giannini ne, Elegar 11 (4/6), Johnson 11 (4/6, 1/2), Bonacini, Diouf 6 (2/4), Blums 3 (1/3 da tre), Kyzlink 20 (6/9, 2/7). All: Martino
Germani Brescia: Bertini ne, Vitali 5 (2/4, 0/1), Parrillo ne, Chery 10 (2/3, 0/3), Bortolani 9 (3/6, 1/2), Ristic 14 (6/9, 0/1), Crawford 5 (1/4, 1/2), Burns 7 (3/8, 0/1), Moss 8 (4/5, 0/2), Sacchetti 9 (3/3 da tre), Ancellotti ne. All: Esposito
Arbitri: Begnis, Bongiorni e Capotorto
Note: Tiri da 2: Reggio Emilia 22/38 (61%), Brescia 21/39 (54%); Tiri da tre: Reggio Emilia 9/32 (28%), Brescia 5/15 (33%), Tiri liberi: Reggio Emilia 10/12 (83%), Brescia 10/13 (77%); Rimbalzi: Reggio Emilia 37 (23 RD, 14 RO), Brescia 29 (25 RD, 4 RO)

IL LIVE BLOG DELLA PARTITA

La luce si spegne in avvio di ultimo quarto, a Brescia non riesce il blitz sul campo della Unahotels Reggio Emilia. Per la Germani matura a Bolgona la terza sconfitta in campionato. Due i giocatori biancoblu in doppia cifra, Ristic (14 punti) e Bortolani (10).

Brescia prova a raddrizzare la gara ma l’impresa è diventata davvero improba. Reggio Emilia, infatti, non sembra intenzionata ad abbassare i ritmi della gara, piuttosto a portare a casa una vittoria che ormai sembra davvero alla portata.

In casa Germani si è spenta la luce: il parziale piazzato dai padroni di casa è di quelli che stordiscono e, soprattutto, di quelli che fanno pendere la bilancia in maniera netta dalla parte della Unahotels. Per la squadra vista nei primi 3′ del quarto, servirà un miracolo per rimettere in piedi il match. In ogni caso, sarà importante ritornare a fare le cose fatte bene per dare comunque un segnale per la fine della gara e per il prosieguo del cammino.

Brescia prova la fuga ma un parziale di 13-1 piazzato da Reggio Emilia permette ai biancorossi di chiudere il terzo periodo in vantaggio. Per la Germani c’è ancora il quarto e decisivo periodo per invertire la rotta e riaccendere la luce.

Secondo tempo a spron battuto da parte di entrambe le squadre, a discapito di un po’ di precisione nel tiro. I rimbalzi in attacco di Elegar tengono Reggio Emilia in quota di navigazione, mentre Brescia continua ad alternare il gioco dentro e quello fuori dall’area pitturata. La direzione intrapresa è quella giusta, ora è necessario perseverare nelle cose buone viste nei primi 5′ del secondo tempo.

Gioco in velocità da una parte, controllo del ritmo dall’altra: ecco i temi che ci aspettiamo per il secondo tempo della partita, che determinerà la squadra che salirà a quota 6 punti in classifica. Le squadre si equivalgono in quasi tutte le voci statistiche, compresi i rimbalzi (15-13 per i padroni di casa). La precisione nel tiro dalla lunga distanza e la capacità di resistere in difesa saranno le armi che Brescia dovrà sfoderare nel corso del secondo tempo.

Neanche il secondo quarto di gioco spariglia le carte tra le due squadre in campo: al 20′ è Reggio Emilia a condurre di un punto, ma la Germani ha dimostrato di essere sul pezzo e di voler lottare fino alla fine per portare a casa il successo.

Due filosofie di gioco profondamente diverse si sfidano sul parquet dell’Unipol Arena: rapida e pronta a tirare nei primi secondi dell’azione la Unahotels, con un gioco più ragionato e a ritmo più basso la Germani. Non è un caso se nelle fila di Reggio Emilia il giocatore più caldo sia il furetto Taylor, mentre dall’altra parte il top scorer sia Ristic, che ha già raggiunto la doppia cifra di punti a referto (11). Per questo motivo Brescia farà bene a far giocare gli avversari contro la difesa schierata, situazione nella quale i biancorossi fanno indubbiamente più fatica.

Proseguono i botta e risposta tra le due squadre, in parità nel punteggio ma non nei falli commessi: dopo meno di 4′, infatti, la Germani ha già speso interamente il bonus a propria disposizione e ogni qualvolta che commetterà fallo da qui alla fine del periodo manderà gli avversari in lunetta.

Primo quarto all’insegna dell’equilibrio all’Unipol Arena: la Unahotels prova a partire forte, la Germani non si fa sorprendere, risponde prontamente e chiude il periodo con un punto di vantaggio. Dopo i 14 punti messi a segno nei primi 5′ di gioco, è evidente che la difesa biancoblu ha cambiato registro: sarà lì che si decideranno le sorti della partita.

Reggio Emilia prova la prima fuga ma la Germani è lì, attaccata nel punteggio agli avversari. Troppe volte, però, i biancorossi riescono ad arrivare al ferro del canestro biancoblu. Questione di intensità difensiva, che la squadra di Esposito farà bene ad alzare nel più breve tempo possibile, senza alimentare la voglia dei padroni di casa di menare le danze.

Il duello tra i due numeri 11 in campo dovrebbe accendere la gara sin dalle battute iniziali: Kenny Chery vs Brandon Taylor, i due furetti ai quali sono affidate le chiavi dei rispettivi quintetti. In realtà, i primi a infiammarsi sono i loro compagni di squadra: Kyzlink da una parte, Bortolani dall’altra, che sembrano entrambi particolarmente ispirati. Anche Johnson decide di dire la sua e con 6 punti pressoché consecutivi permette ai biancorossi di prendere un vantaggio di 4 lunghezze a metà del primo quarto.

Kenny Chery, Giordano Bortolani, Andrew Crawford, Brian Sacchetti e Dusan Ristic: ecco i cinque giocatori che inizieranno la partita contro la Unahotels Reggio Emilia nell’anticipo della quinta giornata del campionato di Serie A. Bortolani, per la prima volta nello Starting Five della Germani, festeggia al meglio la convocazione nel gruppo della Nazionale italiana in occasione delle partite di qualificazione a Euro 2021. Per Reggio Emilia scenderanno in campo Brandon Taylor, Tomas Kyzlink, Josh Bostic, Justin Johnson e Frank Elegar.

Come anticipato alla vigilia della gara, sono due le assenze nelle fila della Germani Brescia, Tyler Kalinoski e TJ Cline, che la società conta di recuperare presto alla causa. L’assetto, dunque, sarà lo stesso delle ultime partite, compresa quella vinta contro l’Allianz Trieste sette giorni fa, che è valsa la conquista della seconda vittoria consecutiva in campionato.

Messa alle spalle la trasferta di Malaga, la Germani Brescia torna a respirare l’aria del campionato di Serie A, nel quale è reduce da due successi consecutivi, ottenuti contro Treviso e Trieste. Per centrare il tris, la squadra di Vincenzo Esposito dovrà superare l’ostacolo Unahotels Reggio Emilia, che sul parquet dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno cercherà la terza vittoria stagionale, proprio come la squadra biancoblu.

Reduce dal successo sul campo della Virtus Bologna, il team emiliano è decisamente carico per l’anticipo della quinta giornata di campionato, nel quale cercherà di conquistare il primo successo casalingo della stagione, visto che le due vittorie ottenute finora dai biancorossi sono arrivate entrambe lontano da casa. Dal canto suo, Brescia cercherà di portare a casa una vittoria importante e preziosa, anche se tra una partita e l’altra il tempo a disposizione per riuscire ricaricare le pile fisicamente e mentalmente è sempre poco.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive