27 Feb 2021

Germani, si torna in campo! Con Reggio Emilia subito una sfida cruciale

Germani Brescia, è ora di tornare in campo! Sono passati 18 giorni da quando la formazione biancoblu ha disputato la sua ultima partita di campionato, il recupero della prima giornata del girone di ritorno contro l’Openjobmetis Varese. Da allora il basket italiano ha celebrato la Final Eight di Coppa Italia e si è consumata la parentesi dedicata alle partite delle Nazionali in vista della qualificazione a Eurobasket 2022.

Nel campionato di Serie A pronto finalmente a riprendersi i suoi spazi, per la Germani il ritorno al lavoro sarà contro la UNAHOTELS Reggio Emilia, una squadra che prima della sosta stava attraversando un momento tutt’altro che semplice e che oggi è difficilmente inquadrabile per via dei tanti cambiamenti al roster avvenuti nelle ultime settimane e, in larga parte, negli ultimi giorni.

Prima della sosta, invece, Brescia era riuscita spesso a trovare la quadratura del cerchio, conquistando tre successi nelle ultime quattro partite. La squadra di Buscaglia dovrà cercare di ripartire proprio dalla coppia di successi ottenuti con Trieste e Varese, che hanno dipinto una classifica ben diversa dalle settimane precedenti.

Il campionato della Germani, però, è un disegno ben lungi dall’essere terminato: il cammino è ancora lungo e gli ostacoli complicati da superare, a cominciare proprio da quello che il team bresciano si troverà di fronte nel posticipo del PalaLeonessa A2A.

Germani Brescia-UNAHOTELS Reggio Emilia, posticipo della 20/ma giornata del campionato di Serie A, si gioca domenica 28 febbraio alle ore 20.45 al PalaLeonessa A2A di Brescia.

Un dubbio amletico caratterizza la vigilia del ritorno in campo della Germani: la pausa del campionato avrà fatto bene alla squadra di Buscaglia, permettendole di mettere ulteriore benzina nel proprio serbatoio in vista dell’ultimo tratto da percorrere, o le avrà tolto quel ritmo che aveva trovato nelle ultime partite?

Al posticipo con Reggio Emilia… l’ardua sentenza. I biancoblu hanno continuato a lavorare a ranghi pressoché completi, trovando il piacere di farlo anche in assenza di impegni ufficiali, così come ha ammesso coach Buscaglia in settimana. Non solo, la pausa ha permesso il pieno recupero di chi nelle ultime settimane aveva avuto qualche acciacco (Kalinoski in primis) e di perfezionare l’inserimento di chi fa parte del roster da poco tempo.

A Brescia, dunque, non resta che mantenere intatte le motivazioni che si erano viste prima della sosta e di ritrovare in campo il ritmo partita. In pratica, la Germani dovrà concentrarsi soprattutto su se stessa, con la voglia di migliorare di partita in partita che da qui alla fine della stagione non dovrà mai mancare, specialmente se si vorrà cercare l’epilogo più felice possibile.

Diciotto giorni rappresentano un periodo decisamente lungo da trascorrere senza affrontare impegni ufficiali. Oltretutto, subito dopo la partita di domenica sera Brescia sarà costretta a fermarsi nuovamente, visto che il numero (dispari) delle partecipanti alla Serie A costringe le squadre a osservare un turno di riposo a rotazione e domenica 7 marzo restare ai box toccherà proprio ai biancoblu.

La sfida con la Pallacanestro Reggiana, dunque, assume una grande importanza anche per questo. Un successo nel posticipo della 20/ma giornata, infatti, permetterebbe alla Germani di affrontare l’ultima parte del campionato con il vento in poppa, condizione fondamentale per assestare il colpo di reni necessario per tagliare il traguardo tra le prime otto.

In casa Germani, inoltre, c’è anche la voglia di cancellare l’infelice esito della gara d’andata: all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, impianto che ospita le gare casalinghe della UNAHOTELS, andò in scena una delle serate più negative di tutta la stagione di Brescia, arrivata in Emilia con un grosso carico di aspettative e tornata a casa con un pesante passivo (-16), un sacco e una sporta pieni di dubbi e interrogativi, con cui peraltro il roster biancoblu è stato costretto a convivere a lungo.

Alzi la mano chi è in grado di decifrare la nuova UNAHOTELS Reggio Emilia, quella del post Final Eight. L’avventura dei biancorossi al Mediolanum Forum di Assago è durata pochissimo, interrotta bruscamente dall’A|X Armani Exchange Milano, capace tre giorni dopo di mettere il trofeo nella propria bacheca.

Se contro l’Olimpia le chances degli emiliani erano decisamente ridotte, è nell’ultima parte della regular season che la squadra di Antimo Martino proverà a giocarsi tutte le proprie carte, pescandole da un mazzo improvvisamente nuovo.

Dopo aver recuperato pedine importanti come Johnson e inserito nel proprio roster un giocatore fondamentale come Petteri Koponen, la UNAHOTELS ha rivoluzionato il proprio roster negli ultimi giorni: via Josh Bostic e Dominic Sutton, dentro Henry Sims e Brynton Lemar, che però non è stato tesserato in tempo per partecipare alla sfida del PalaLeonessa A2A.

Che squadra sarà, dunque, quella biancorossa? Anche se Reggio Emilia necessiterà ancora di qualche settimana per inserire le sue nuove pedine e trovare l’assetto definitivo, non bisogna farsi ingannare dal recente cammino della formazione, che in campionato ha perso sei delle ultime sette partite.

Per analizzare il cammino degli emiliani, infatti, non si può prescindere dal valore degli avversari incontrati (tra i quali Milano, Virtus Bologna, Venezia, Sassari) e le problematiche interne che la società ha inteso risolvere rivolgendosi al mercato.

La UNAHOTELS, dunque, si appresta a iniziare una vera e propria nuova stagione, così come ha ammesso il proprio allenatore alla vigilia della sfida con la Germani. Anche in questo caso, solo il campo sarà il giudice supremo della bontà delle operazioni di mercato compiute dai reggiani e dal valore del roster messo a disposizione di Martino. Una cosa, però, è certa: dalle parti del Crostolo, nulla è rimasto intentato per invertire il corso della stagione e provare a conquistare un prezioso posto nella parte sinistra della classifica.

Come anticipato, la gara d’andata sul campo della UNAHOTELS è stata una delle parentesi peggiori della stagione della Germani. Dopo aver giocato un convincente primo tempo, infatti, la formazione biancoblu naufragò senza appello, incassando un parziale di 38-23 che non le lasciò scampo.

La nota più dolente della serata dell’Unipol Arena fu il parziale di 28-1 che Brescia fu costretta a incassare a cavallo tra il terzo e il quarto periodo. Un colpo che avrebbe messo ko chiunque e che, per certi versi, fu la conferma del pericoloso trend della squadra bresciana a incassare parziali negativi senza reagire.

È bene, dunque, che il ricordo della serata di Casalecchio di Reno resti impressa nelle menti dei giocatori della Germani, che da quella circostanza possono trarre l’insegnamento di come a questi livelli un black-out, per quanto breve o lungo sia, possa rivelarsi letale ai fini del risultato finale.

Reduce dai brillanti risultati conseguiti alla guida della Nazionale olandese, condotta alla fase finale di EuroBasket 2022, coach Maurizio Buscaglia si troverà di fronte l’ultima squadra che ha allenato, ottenendo risultati alterni.

Nessuno può sapere come sarebbe terminata la stagione dell’allora Grissin Bon, stoppata dopo 21 partite all’interruzione definitiva del campionato. Fino a quel momento i biancorossi avevano ottenuto un bottino complessivo di 9 vittorie, occupando la 12/ma posizione in classifica, ma a quattro punti dalla zona playoff.

Al sorgere della nuova stagione, caratterizzata peraltro dall’arrivo di una nuova proprietà, la scelta della Pallacanestro Reggiana è stata invece quella di separarsi dall’ex allenatore di Trento, che da tre mesi siede sulla panchina della Germani, impegnato oggi nel dare una nuova dimensione alla squadra biancoblu e a traghettarla verso le zone più nobili della classifica.

La gara del PalaLeonessa A2A sarà diretta da Roberto Begnis di Crema (CR), Valerio Grigioni di Roma e Matteo Boninsegna di Milano.

La partita tra Germani Brescia e UNAHOTELS Reggio Emilia sarà visibile in diretta televisiva sugli schermi di Rai Sport HD (ch. 57 del digitale terrestre) e sarà disponibile anche in streaming su Eurosport Player.

La radiocronaca della partita sarà sulle frequenze di Radio Bresciasette. Dalle ore 20.40 sarà possibile seguire anche la radiocronaca web della sfida sulla pagina Facebook ufficiale di Pallacanestro Brescia.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive