10 Apr 2021

Germani a Venezia, al Taliercio la prima di cinque tappe fondamentali

Cinque tappe, 200 minuti nei quali spendere tutta la benzina rimasta nel serbatoio e provare a regalarsi un finale di stagione migliore. La Germani Brescia viaggia alla volta di Venezia, dove inizierà la volata finale della sua regular season, che si appresta a celebrare gli ultimi cinque turni.

Indicare gli obiettivi che è possibile raggiungere nel finale di stagione è pressoché inutile. Quello che conterà davvero sarà dare tutto per invertire l’attuale tendenza, caratterizzata da una striscia di quattro sconfitte consecutive, e provare a spingere il motore della macchina al massimo.

Senza calcoli da fare e proclami da sbandierare, la Germani dovrà alzare la testa solo al termine della regular season e guardare la posizione in classifica che i suoi sforzi le avranno permesso di raggiungere. Consapevole della forza degli avversari – a partire da una Reyer Venezia attrezzata per lottare per i traguardi più ambiziosi – ma al tempo stessa desiderosa di scrivere una nuova, avvincente pagina del libro che il basket bresciano è stato capace di comporre negli ultimi anni.

Umana Reyer Venezia-Germani Brescia, match della 26/ma giornata del campionato di Serie A, si gioca domenica 11 aprile alle ore 18.00 al Palasport Taliercio di Mestre (VE).

Ciò che è stato è stato, ora contano solo i risultati che matureranno nei prossimi 20 giorni. Nel presentare la sfida del Taliercio, coach Maurizio Buscaglia è stato molto chiaro: al netto del valore degli avversari, la Germani sarà artefice dei propri destini ma per ottenere risultati importanti dovrà fare di tutto per andare a conquistarseli e presentare la versione migliore di se stessa.

Brescia, dunque, dovrà essere brava a correggere gli errori negli ultimi 40 giorni le hanno impedito di muovere la classifica e giocare con una convinzione mai vista prima, unico passaggio utile per regalarsi un finale di stagione migliore.

Il tempo di tirare le somme si avvicina, ma non è ancora arrivato e c’è ancora margine per prendere in mano il proprio destino e imboccare la strada giusta, troppe volte smarrita nel corso di una stagione lunga e complicata a causa di quanto accaduto sul parquet ma anche per una situazione generale inedita, anomala e assolutamente particolare.

È evidente che per ottenere un piatto diverso dal solito è necessario usare ingredienti diversi o, quantomeno, mixare in maniera più efficace quelli che si hanno a disposizione. A indicare il senso di urgenza e la necessità di un deciso cambio di passo sono i recenti risultati raggiunti dal quintetto biancoblu, che non assapora il gusto della vittoria dal lontano 28 febbraio.

Dopo la vittoria con Reggio Emilia, terzo sigillo consecutivo per la squadra bresciana dopo quelli con Trieste e Varese, sono maturate quattro sconfitte di seguito, due sul parquet di casa (contro le prime della classe, Milano e Brindisi) e due lontano da casa, a Trento e Bologna (sponda Fortitudo).

Nel frattempo, la classifica della Serie A si è accorciata moltissimo, rendendo l’attuale torneo più equilibrato che mai. Basti pensare, ad esempio, che le squadre che occupano l’ottava posizione in classifica e l’ultima compagine della graduatoria, l’Acqua S.Bernardo Cantù, sono distanziate da soli 4 punti.

In pratica, con cinque turni della regular season ancora da disputare, tutte le formazioni di Serie A sono ancora in corsa per un posto nella postseason, ma al tempo stesso tutte rischiano di occupare l’ultimo posto alla fine dei giochi.

La prima tappa del percorso che porterà la Germani da qui alla fine della regular season è anche quella più severa. Nella sfida del 26/mo turno, infatti, Brescia farà visita all’Umana Reyer Venezia, squadra che attualmente occupa il quinto posto della graduatoria.

Gli orogranata, che hanno già acquisito la certezza della partecipazione ai playoff scudetto, puntano a ripetere gli straordinari risultati ottenuti nelle ultime stagioni, durante le quali hanno conquistato due scudetti (2017 e 2019), una Coppa Italia (2020) e una FIBA Europe Cup (2018).

I risultati che la Reyer è stata capace di conquistare sono il frutto di una programmazione attenta e oculata e di roster costruiti all’insegna della continuità. Basti pensare che nella ricca rosa a disposizione di coach Walter De Raffaele, capo allenatore della Reyer dal 2016, ci sono ben 10 giocatori che lo scorso anno giocavano nella squadra lagunare, capace inoltre di lanciare nel corso della stagione anche dei giovani interessantissimi, a cominciare dal classe 2003 Federico Casarin.

Oltre alle difficoltà che sta attraversando in questo momento e al valore degli avversari, a complicare le cose per la Germani si aggiunge anche il fatto che da quando è tornata in Serie A la squadra bresciana non è stata mai capace di espugnare il Taliercio, storico e un po’ datato impianto dove gioca la Reyer.

Oltre alle sfide di campionato – sono tre, visto che la gara di ritorno della scorsa stagione non è stata disputata – Brescia è uscita sconfitta anche nell’unico precedente disputato a Mestre in EuroCup, in occasione della gara d’andata delle Top 16.

Reduce da nove vittorie consecutive tra campionato e coppa europea, la Germani fu costretta a cedere il successo finale a una Reyer arrivata alla sfida con l’acqua alla gola, dopo aver perso la prima sfida delle Top 16 a Oldenburg, in Germania.

La gara tra Umana Reyer Venezia e Germani Brescia sarà diretta da Alessandro Vicino di Argelato (BO), Christian Borgo di Grumolo delle Abbadesse (VI) e Andrea Valzani di Martina Franca (TA).

La partita del Taliercio sarà visibile in diretta streaming su Eurosport Player. La radiocronaca della gara sarà sulle frequenze di Radio Bresciasette.

A partire dalle ore 17.55, sarà possibile seguire la radiocronaca web della sfida sulla pagina Facebook ufficiale di Pallacanestro Brescia.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive