7 Set 2021

Treviso concede il bis in volata, ma la Germani compete fino alla sirena

Il finale premia una Treviso arcigna, ma il campo racconta di una Germani capace di lottare e pronta a battersi fino alla sirena finale. Il viaggio in direzione Final Eight di Supercoppa termina matematicamente alla fermata PalaVerde, dove Brescia perde la qualificazione alla fase successiva del torneo. Eppure la squadra di Alessandro Magro raccoglie ulteriori input preziosi per il prosieguo del proprio cammino.

La gara ha viaggiato lungo i binari di un sostanziale equilibrio per gran parte della gara, passando per qualche sprint e parentesi di blackout, durante la quale le due contendenti si sono date battaglia lasciando trapelare l’assoluta imprevedibilità di un esito finale tutt’altro che scontato. Sul parquet trevigiano è un duello vero e fisico, assaporato fino in fondo con l’imperante voglia di dare la migliore versione di se stessi tanto sulla sponda bresciana quanto da parte dei padroni di casa che, con qualche soluzione vincente nel finale, si aggiudicano il successo.

E proprio nel segno di una mole massiccia di grinta, competitività e desiderio profondo di lottare su ogni singolo pallone, in avvio di terzo quarto la Nutribullet deve rinunciare a Matteo Imbrò, colpito da un brutto infortunio al braccio accusato durante un’azione di gioco, per il quale è costretto abbandonare il campo: al capitano della formazione biancoblu va un grande in bocca al lupo e i migliori auguri per una pronta guarigione.

Alla sirena finale, così coach Alessandro Magro commenta la gara: “Innanzitutto voglio fare i complimenti a Treviso, a cui faccio i migliori auguri per il Qualification Round, e soprattutto faccio i migliori auguri a Matteo Imbrò, che spero di rivedere in campo nel più breve tempo possibile. È stata una partita vera, tosta, giocata su un campo difficile. Una gara fisica e dura, nella quale abbiamo tirato 4 liberi contro i 30 dei nostri avversari per un metro arbitrale che a volte abbiamo fatto fatica a capire”.

“In ogni caso, dobbiamo rimanere concentrati sulle cose che possiamo controllare, perché nonostante la sconfitta abbiamo fatto vedere buone cose, specie quando abbiamo giocato in velocità. Abbiamo giocato una partita intensa, ricordando che è la seconda gara che giochiamo Insieme. Contro Napoli daremo il massimo, perché ogni partita ci dà risposte più alte rispetto all’allenamento: onoreremo la Supercoppa per farci trovare pronti per quando giocheremo a Varese la prima sfida di campionato”.

NUTRIBULLET TREVISO – GERMANI BRESCIA 90-86 (22-20, 37-42, 63-59)
NUTRIBULLET TREVISO: Russell 19 (3/3, 3/4), Poser, Faggian, Bortolani 21 (2/3, 4/5), Imbrò 5 (0/1, 1/4), Casarin 8 (1/2, 1/3), Chillo 7 (2/2, 1/2), Sims 3 (1/2), Sokolowski 9 (0/2, 2/6), Dimsa 7 (0/2, 2/7), Jones 7 (3/4), Akele 4 (2/4, 0/5). All: Menetti
GERMANI BRESCIA: Gabriel 8 (1/2, 2/3), Moore 6 (3/4, 0/1), Mitrou-Long 16 (5/7, 2/3), Petrucelli 8 (4/7, 0/1), Della Valle 24 (4/5, 4/6), Eboua, Parrillo, Cobbins 8 (4/10), Burns, Laquintana 16 (2/2, 4/4), Rodella, Moss. All: Magro
Arbitri: Martolini di Roma, Paglialunga di Massafra (TA) e Vita di Ancona
Note: Tiri da 2: Treviso 14/25 (56%), Brescia 21/32 (66%); Tiri da tre: Treviso 14/36 (39%), Brescia 12/20 (60%); Tiri liberi: Treviso 20/30 (67%), Brescia 4/4 (100%); Rimbalzi: Treviso 28 (14 RD, 14 RO), Brescia 31 (23 RD, 8 RO)

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive